Cerimonia, film e spettacoli per il “Giorno della memoria” a Scandiano

Scandiano si appresta a celebrare il Giorno della memoria con una serie di iniziative che partono mercoledì 25, quando sarà proiettato il film “Il labirinto del silenzio” di Giulio Ricciarelli, proseguiranno il 26 con lo spettacolo teatrale “Mio nonno è morto in guerra”, di e con Simone Cristicchi, e culmineranno venerdì 27, anniversario della liberazione di Auschwitz, in una cerimonia nel cimitero ebreo con un rappresentante della comunità ebraica di Modena e Reggio e la proiezione serale del film “In memoria di Austerlitz”.

Tutte le iniziative fanno parte dell’edizione 2017 di “#Scandiano (R)esiste”, ciclo dedicato alla memoria, organizzato dal Comune in collaborazione con associazioni e scuole: un programma che è iniziato il 3 gennaio con la commemorazione dei martiri di Fellegara – quattro giovani partigiani trucidati dalla Brigata Nera le notte fra il 2 e 3 gennaio 1945 – e si concluderà il 25 luglio (caduta del fascismo nel 1943) con una pastasciutta anti-fascista a Ca de’ Caroli, comprendendo il Giorno del ricordo (10 febbraio) e la festa della Liberazione (il 25 aprile)

Molti degli appuntamenti saranno doppi, di giorno per le scuole e la sera per la cittadinanza: come la proiezione di Il labirinto del silenzio”, storia vera del difficile processo intentato negli anni Sessanta a Francoforte contro ex-aguzzini di Auschwitz, (cinema teatro “Boiardo”, il mattino per le scolaresche e alle 21 per il pubblico); come lo spettacolo teatrale “Hans”, da “L’amico ritrovato” di Fred Uhlman, prodotto da NoveTeatro e diretto da Gabriele Tesauri, con in scena anche ragazzi della secondaria “Vallisneri” (al Boiardo il 7 febbraio ore 21 per tutti, l’indomani mattina per gli scolari).

Giovedì 26 gennaio lo spettacoloMio nonno è morto in guerra” va in scena alle 21 nell’ambito della stagione 2016-2017 del Boiardo; venerdi 27, oltre alla commemorazione delle vittime della shoah (ore 11,30 nel cimitero ebraico, in via Ariosto), sarà proiettato in prima visione il film-documentario “In memoria di Austerlitz” di Sergei Loznitsa (ore 21 cinema Boiardo).

Il programma 2017 di “#Scandiano (R)esiste” prevede complessivamente una quindicina di appuntamenti che si snodano appunto da inizio gennaio a fine luglio, costruendo « un percorso attraverso i fatti, i luoghi e le persone della Resistenza di ieri e di oggi, per consolidare il valore della forza delle idee, della partecipazione attiva di ogni singolo individuo allo sviluppo della comunità. »

In febbraio, dal 4 all’11, nella secondaria Boiardo sarà visitabile la mostra “Fascismo. Foibe. Esodo. Le tragedie del confine orientale 1918-1956”; il 10, Giorno del ricordo delle vittime delle foibe, da www.comune.scandiano.re.it sarà scaricabile il video “Una luce in fondo al cuore” delle terze della “Vallisneri”; il 16 NoveTeatro presenterà “Un sfida dal Sud”, con Luigi Lo Cascio che leggerà testi di Pippo Fava per una serata dedicata alla Resistenza di oggi (teatro Boiardo, ore 21).

Per le scuole ”Boiardo” e “Vallisneri” sono previste poi visite a Museo del deportato a Carpi e alla sinagoga di Modena; infine il “Gobetti” parteciperà al “Viaggio della Memoria” organizzato da Istoreco a Berlino e alcuni lager. Di ritorno da questa esperienza, gli studenti saranno protagonisti di una serata intitolata “I testimoni di casa nostra”, per raccontare quanto visto e provato (24 marzo, sala “Casini”, ore 21). In aprile, oltre alle cerimonie ufficiali la mattina del 25 aprile, sono in programma “La Resistenza per Scandiano” (il 24 sera in Centro storico) e una “biciclettata resistente” nel pomeriggio della Liberazione.

Condividi con:
    2017-01-24T08:42:06+00:00