Questa mattina a Fellegara la commemorazione per l’eccidio dei 4 partigiani

Si è tenuta questa mattina alle ore 11 a Fellegara la commemorazione per il 72° anniversario dell’eccidio di Fellegara dei 4 partigiani che vide il 3 gennaio del 1945 la Brigata Nera protagonista di un violento rastrellamento che termina con l’arresto, la tortura e l’uccisione di 4 giovani ragazzi residenti a Fellegara colpevoli di essere antifascisti. I giovani ragazzi erano Roberto Colli, detto “Riva” di 23 anni, Nemo Gambarelli detto “Italo” di 20 anni, Mario Montanari detto “Nero” di 25 anni e Renato Nironi detto “Ida” di 22 anni.
Alla cerimonia che ha raccolto oltre una cinquantina di persone erano presenti il Sindaco di Scandiano, Alessio Mammi, Bruno Vivi, Presidente di A.N.P.I. Scandiano, Assessori e Consiglieri dell’Amministrazione comunale e una rappresentanza dell’Associazionismo locale.
Il sindaco di Scandiano, nel suo discorso commemorativo, ha voluto sottolineare l’importanza della memoria, del non dimenticare fatti e personaggi grazie ai quali oggi possiamo vivere in un mondo libero. Ha inoltre espresso con forza anchel’importanza  di mantenere vivi i luoghi di memoria soprattutto rispetto alle giovani generazioni, veri protagonisti del futuro prossimo ed eredi di una storia che mai devono dimenticare per costruire in pace e con coraggio la storia futura.
Bruno Vivi, Presidente di A.N.P.I. Scandiano ha parlato del progetto di recupero e valorizzazione dei cippi come quello di Fellegara che, insieme a tutti gli altri della provincia, andrà a comporre una mappa dei fatti storici locali, questo per mantenere viva la memoria di fatti storici duri e crudeli che però servono per costruire un futuro migliore, coinvolgendo in prima linea i giovani di oggi. Ha inoltre ringraziato l’Amministrazione comunale per il ricco calendario di appuntamenti che da oggi fino a fine aprile a Scandiano terranno alta l’attenzione sulla Resistenza e sulla storia locale attraverso iniziative, spettacoli, presentazione di libri e il coinvolgimento attivo delle scuole e delle associazioni locali.
Condividi con:
    2017-01-03T21:36:06+00:00